VolaBologna Forum

Aviazione e non solo
Oggi è 21/04/2021, 17:36

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 08/04/2020, 15:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/12/2007, 15:28
Messaggi: 14651
Località: Bologna
Eh questa è una bella domanda.. chissà sui pochi voli nazionali rimasti come sta facendo Alitalia.

Personalmente faccio davvero una gran fatica a pensare a come sarà la ripresa perchè ci saranno nazioni ancora piene di contagi, nazioni quasi libere, il terrore di contagi di ritorno etc... Ma in un mondo globalizzato non si possono chiudere le frontiere e chiudersi a guscio (per quanto poi?).... boh

_________________
https://www.facebook.com/paginavolabologna/


Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 08/04/2020, 15:19 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 14017
Località: Bologna
niccolo.brandani ha scritto:
A vostro parere si tornerà a viaggiare in modo differente? La gestione dello spazio in cabina sarà diverso?

Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk


Faccio ancora fatica a pensare ad un approccio diverso da quello che avevamo fino a pochi mesi fa.
Forse e dico forse, se si farà in modo che tutti noi potremmo disporre dei DPI come mascherine e guanti, si potrà viaggiare come prima.
Il problema sarà anche capire quali compagnie sopravviveranno e se cambierà anche il costo del viaggio.
Il problema maggiore sarà la non uniformità delle regole/restrizioni tra paesi/continenti.

_________________
Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 10/04/2020, 17:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/10/2007, 10:57
Messaggi: 6531
Località: L'Aquila
Al momento i voli cinesi interni si viaggia normalmente però con mascherina obbligatoria, come pure sui voli da e per Wuhan, che sono ricominciati un paio di giorni fa (e abbastanza massicciamente, visto che ci sono stati circa 200 voli ogni giorno fra arrivi e partenze )

Al momento AZ ha messo in vendita i voli con soli 2 posti liberi per fila (2 ogni 6), in pratica SUL NAZIONALE un A321 da 200 posti, ne vendono 110, 48 su un E170 da 88 posti totali e via discorrendo

_________________
Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 29/06/2020, 12:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
YOU CARE, WE THANK: L’AEROPORTO DI BOLOGNA RIAPRE LA MARCONI LOUNGE E OFFRE L’INGRESSO GRATUITO AL PERSONALE SANITARIO

Per ringraziare il personale sanitario che in questi mesi ha fronteggiato l’emergenza Coronavirus, dal 1° luglio al 30 settembre l’Aeroporto di Bologna offrirà l’ingresso gratuito in Marconi Lounge a tutti i medici, infermieri e operatori sanitari italiani in partenza da Bologna.

Per ottenere la gratuità (valida per un operatore sanitario più un accompagnatore) sarà sufficiente presentare alla reception della Lounge il tesserino professionale sanitario in corso di validità.

Dal 1° luglio la Marconi Lounge riaprirà al pubblico dopo l’emergenza Covid-19, e lo farà rendendo omaggio a chi si è trovato in prima fila a combattere la pandemia, iniziativa che verrà pubblicizzata sui canali social e sui monitor dell’Aeroporto con lo slogan “You Care, We Thank”.

Ma non basta: l’Aeroporto di Bologna lancia anche una offerta promozionale rivolta a tutti i passeggeri che acquisteranno un ingresso in sala MBL, tramite il sito internet (www.bologna-airport.it) oppure direttamente in Lounge. Sarà infatti attivata una speciale scontistica del 50% sul costo del parcheggio auto prenotato in abbinamento alla sala. In questo caso, l’offerta è valida per tutti i passeggeri del Marconi – quindi non solo per il personale sanitario – e per tutti i parcheggi disponibili fino al 30 settembre. Per usufruire dello sconto sul parcheggio, il passeggero dovrà rivolgersi direttamente agli operatori all’interno della sala MBL.

La Marconi Lounge, dunque, ritorna operativa con tutti i servizi di eccellenza ed esclusività che l’hanno sempre caratterizzata, ma in più ha adottato tutte le misure necessarie per garantire la massima sicurezza sanitaria ai propri ospiti.

Oltre ad una sanificazione accurata, è stata prevista la riduzione del numero di sedute per consentire il distanziamento tra gli ospiti, la sostituzione del servizio a buffet con servizio bar effettuato dall’operatore e la distribuzione dei quotidiani al momento della registrazione in sala. La Lounge sarà aperta tutti i giorni dalle ore 5.00 alle 20.00.

Per maggiori informazioni: email marconilounge@bologna-airport.it,
telefono 051-6479616.

https://www.volabologna.it/it/2020/06/2 ... sanitario/


Top
   
MessaggioInviato: 06/08/2020, 13:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
AEROPORTO DI BOLOGNA, A LUGLIO 230 MILA PASSEGGERI

A Luglio i passeggeri mensili dell’Aeroporto di Bologna sono stati 228.070, con un decremento del 75,2% sullo stesso mese del 2019, ma in forte crescita rispetto a Giugno 2020, dove si erano registrati appena 35.000 passeggeri. Questo anche grazie alla possibilità per gli aeromobili di operare a piena capacità, in accordo con l’elevato livello di sicurezza del settore, i cui protocolli sono certificati a livello europeo, a partire dagli avanzatissimi sistemi di filtraggio dell’aria sugli aerei passando per gli importanti investimenti in processi e risorse attivati dai gestori aeroportuali in piena sinergia con le
autorità preposte.
I movimenti aerei sono stati 2.448, pari ad un -64,4% su Luglio 2019, ma quadruplicati rispetto ai 615 movimenti del Giugno di quest’anno.
Nel dettaglio, i passeggeri su voli internazionali sono stati 142.906 (-80,5% sul 2019), mentre quelli su voli nazionali sono stati 85.164 (-54,3%). Come a Giugno, dunque, la pandemia ha colpito più duramente i voli internazionali, che storicamente rappresentano il punto di forza del Marconi.
Un dato confermato anche dalle destinazioni più “gettonate” di Luglio, che hanno visto ai primi posti le mete italiane, nell’ordine: Roma Fiumicino, Catania, Palermo, Olbia e Cagliari. Dunque, vacanze 2020 in Italia per i passeggeri dell’Aeroporto di Bologna,
che nel Luglio del 2019 avevano invece optato per Barcellona, Catania, Londra, Francoforte e Madrid.
Le merci trasportate per via aerea hanno registrato un decremento del 19,7% sullo stesso mese dell’anno precedente, per un totale di 3.015 tonnellate.
Nel periodo Gennaio – Luglio del 2020 il Marconi ha fatto registrare 1.661.926 passeggeri (-69,0%), con 16.513 movimenti (-60,8%) e 18.732 tonnellate di merce trasportata (-19,3%).

https://www.volabologna.it/it/2020/08/0 ... asseggeri/


Top
   
MessaggioInviato: 06/08/2020, 13:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/12/2007, 15:28
Messaggi: 14651
Località: Bologna
Che numeri terrificanti ma 230.000 non è nemmeno così tremendo dopo quello che abbiamo visto i mesi precedenti.. chissà se Agosto potrà avere la forza di arrivare a 300k

_________________
https://www.facebook.com/paginavolabologna/


Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 07/08/2020, 15:55 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 14017
Località: Bologna
Lorenzo BLQ ha scritto:
Che numeri terrificanti ma 230.000 non è nemmeno così tremendo dopo quello che abbiamo visto i mesi precedenti.. chissà se Agosto potrà avere la forza di arrivare a 300k


Forse si, però il futuro è davvero ancora troppo incerto... :cry:

_________________
Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 21/09/2020, 12:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
CONCLUSI I LAVORI DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA, PISTA DI VOLO RIAPERTA QUESTA MATTINA ALLE ORE 2.00

È stato il volo cargo TNT proveniente da Liegi ed atterrato oggi alle ore 2.03 ad “inaugurare” la pista di volo dell’Aeroporto Marconi di Bologna, chiusa al traffico aereo dalle ore 6.00 dell’11 settembre per lavori di manutenzione e riaperta al traffico aereo questa mattina alle ore 2.00, come da programma.

I lavori, che hanno comportato il rifacimento di un ampio tratto di pavimentazione della pista (per una lunghezza pari a 1.6 km), e dei raccordi “Charlie”, “Delta” ed “Echo” (per 1 km di lunghezza) con relativa riqualifica della segnaletica, hanno permesso anche l’installazione di circa 500 nuove luci di pista nell’ambito dell’ammodernamento del sistema di AVL – Aiuti Visivi Luminosi per guidare gli aeromobili in orario notturno o con scarsa visibilità.

Sono stati inoltre installati nuovi canali per lo smaltimento delle acque meteoriche e relativi pozzetti di raccordo e ispezioni, con 2,8 km di nuovi fognoli.

Si è trattato di un cantiere complesso ed imponente, che ha visto coinvolte 30 società con circa 450 persone e 350 mezzi impegnati su tre turni giornalieri, per garantire l’avanzamento dei lavori 24 ore al giorno.

L’importo complessivo dell’investimento effettuato da Aeroporto di Bologna è di 10,7 milioni di euro, considerando anche gli interventi sui raccordi e gli interventi minori.

I lavori erano già stati programmati prima del lockdown e non è stato possibile anticiparli in Primavera, proprio a causa delle limitazioni derivanti dal lockdown stesso. Si è invece proceduto ad accorpare in questi lavori gli interventi sulla pista già programmati per il 2022, anno in cui quindi non si dovrà procedere ad una nuova chiusura dello scalo.

https://www.volabologna.it/it/2020/09/2 ... -ore-2-00/


Top
   
MessaggioInviato: 10/11/2020, 10:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
AEROPORTO DI BOLOGNA: AD OTTOBRE 200 MILA PASSEGGERI (-75,1%)

La pandemia da Covid-19 continua a condizionare i dati di traffico dell’Aeroporto di Bologna, così come avviene per tutti gli scali italiani ed europei. In linea con quanto registrato a livello nazionale ed internazionale, infatti, nel mese di ottobre i passeggeri del Marconi hanno segnato un decremento del 75,1% sullo stesso mese del 2019, per un totale di 201.238 passeggeri, di cui 114.615 su voli nazionali (-28,7%) e 86.623 su voli internazionali (-86,6%).
Anche ad ottobre la pandemia ha colpito più duramente i voli internazionali, che storicamente rappresentano circa il 75% dei passeggeri del Marconi, mentre i voli nazionali hanno resistito maggiormente alle difficoltà del settore. Un dato che trova conferma anche nella classifica delle destinazioni più richieste, che vede ai primi cinque posti solo mete italiane: Catania (che con l’arrivo di Wizzair sulla rotta già effettuata da Ryanair segna addirittura una crescita di passeggeri del 13,6%), Palermo, Brindisi, Lamezia e Bari.
I movimenti aerei mensili sono stati 2.442, pari ad un decremento del 60,8% su ottobre 2019, mentre le merci trasportate per via aerea hanno registrato un decremento del 14,4% sullo stesso mese del 2019, per un totale di 2.898 tonnellate. Il settore cargo, quindi, “tiene” più del segmento passeggeri, grazie anche all’attivazione di numerosi voli speciali per l’importazione di dispositivi di protezione individuale, prodotti medicinali ed altre merci al momento non disponibili in Italia e necessarie per la lotta al Coronavirus.
Nei primi dieci mesi del 2020 il Marconi ha registrato 2.324.550 passeggeri (-70,9%), con 24.057 movimenti (-61,0%) e 25.544 tonnellate di merce trasportata (-19,4%).

https://www.volabologna.it/it/2020/11/1 ... ggeri-751/


Top
   
MessaggioInviato: 10/11/2020, 10:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/12/2007, 15:28
Messaggi: 14651
Località: Bologna
200.000 di questi tempi... oserei quasi dire che è un risultato eccezionale

_________________
https://www.facebook.com/paginavolabologna/


Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 10/11/2020, 10:54 
Non connesso

Iscritto il: 06/11/2007, 21:38
Messaggi: 955
Località: Castelfranco Emilia
Gli scali a più alta vocazione internazionale sono quelli destinati a soffrire di più e più a lungo.
Noi con il nostro 75% siamo certo fra i più penalizzati e con il nazionale possiamo metterci un tampone misero e solo fino ad un certo punto.
Dati che si fa fatica anche a commentare, ma che sono destinati a rimanere tali nelle proporzioni se va molto bene, altrimenti peggioreranno ancora.

Inviato dal mio SM-A505FN utilizzando Tapatalk

_________________
“Quella che lei chiama Bologna, è un cosa grande, che va da Parma a Cattolica. Dove davvero la gente vive a Modena, lavora a Bologna e la sera va a ballare a Rimini. E' una strana metropoli, che s'allarga a macchia d'olio tra il mare e gli Appennini.”


Top
   
MessaggioInviato: 10/12/2020, 9:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
AEROPORTO DI BOLOGNA, A NOVEMBRE 80 MILA PASSEGGERI (-88,5%)

In controtendenza il cargo: le merci trasportate sono cresciute del 42,9%

La pandemia da Covid-19 continua a condizionare fortemente i dati di traffico dell’Aeroporto di Bologna, così come avviene per tutti gli scali italiani ed europei. In conseguenza anche delle nuove restrizioni ai voli internazionali, nel mese di novembre i passeggeri del Marconi hanno segnato un decremento dell’88,5% sullo stesso mese del 2019, per un totale di 81.710 passeggeri trasportati, di cui 40.261 su voli nazionali (-73,0%) e 41.449 su voli internazionali (-92,6%). In un quadro generale caratterizzato dal “segno meno”, nella classifica delle destinazioni più gettonate del mese troviamo ai primi tre posti Catania, Palermo e Amsterdam. Seguono: Casablanca, Brindisi, Tirana, Cagliari, Madrid, Lamezia e Istanbul. I movimenti aerei mensili sono stati 1.706, pari ad un decremento del 69,3% su novembre 2019, mentre le merci trasportate per via aerea hanno registrato un incremento del 42,9% sullo stesso mese del 2019, per un totale di 4.681 tonnellate. Ciò è stato possibile grazie soprattutto alla ripresa del volo diretto con Dubai – di cui viene sfruttata la capiente stiva – tre volte a settimana e all’attivazione di una serie di voli cargo speciali da/per la Cina e gli Usa, per l’importazione di materiale sanitario e per l’esportazione in Oriente e negli States di prodotti di lusso del territorio, tra cui automobili, abbigliamento, calzature e beni alimentari. Nel periodo gennaio-novembre il Marconi ha registrato 2.406.260 passeggeri (-72,3%), con 25.763 movimenti (-61.7%) e 30.226 tonnellate di merce trasportata (-13,6%). Il settore cargo, quindi, è quello che al momento ha reagito meglio alla crisi pandemica.

https://www.volabologna.it/it/2020/12/1 ... ggeri-885/


Top
   
MessaggioInviato: 10/12/2020, 18:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/12/2007, 15:28
Messaggi: 14651
Località: Bologna
Dai pur...

_________________
https://www.facebook.com/paginavolabologna/


Immagine


Top
   
MessaggioInviato: 25/03/2021, 16:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
AEROPORTO DI BOLOGNA, IN COERENZA CON LA SUA STRATEGIA DI SOSTENIBILITA’, FINANZIA PROGETTI DI TUTELA AMBIENTALE IN PERU’, INDONESIA E GUATEMALA


Anche in un anno difficile come il 2020, con volumi di traffico crollati a causa della pandemia globale, non si è fermato l’impegno dell’Aeroporto di Bologna sui temi dello sviluppo sostenibile e della riduzione dell’impatto ambientale.

“In coerenza con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda ONU 2030 e in linea con gli impegni dell’accordoNet Zero 2050che abbiamo sottoscrittonel 2019 insieme ad altri 200 aeroporti europei all’interno di ACI Europe (l’Associazione europea dei gestori aeroportuali) per diventare un aeroporto “a impatto zero” entro il 2050, abbiamo deciso – ha dichiaratol’amministratore delegato di AdB Nazareno Ventola– di mantenere il nostro impegnonel processo di decarbonizzazione dell’aeroporto, non solo attraverso inziative volte a favorire la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, ma anche con azioni di compensazione ambientale volontaria.”

Nel corso del 2020,Aeroporto di Bologna haridotto del 18% le proprie emissioni totali di CO2 e, con il supporto tecnico del Consorzio Esperienza Energia, ha sottoscritto con Shell Energy Italia un nuovo contratto di fornitura di gas metano associato all’acquisto di crediti di carbonio certificati, che prevede la compensazione del 50% delle emissioni prodotte dalla combustione del gas naturale consumato dalla società, tramite il sostegno economico a progetti internazionali di riduzione o assorbimento dei gas ad effetto serra, i gas responsabili del riscaldamento climatico globale.

A consuntivo dei consumi effettivi del 2020, Shell ha certificato l’acquisto e la cancellazione, da parte di Aeroporto di Bologna, di 2.221 crediti di carbonio, equivalenti ad una compensazione di 2.221 tonnellate di CO2 in atmosfera.

“Siamo molto felici del rinnovo della collaborazione tra Shell Energy Italia e Aeroporto di Bologna che ha deciso di proseguire il proprio processo di decarbonizzazione con il nostro supporto-ha dichiarato il Presidente di Shell Energy Italia Massimiliano Mannino. Un segno tangibile di quanto i temi della sostenibilità e della riduzione delle emissioni di CO2 siano diventati imprescindibili per molte realtà italiane che, grazie ad un ampio ventaglio di soluzioni disponibili, possono raggiungere i propri obiettivi ambientali e contribuire attivamente alla sfida del cambiamento climatico.”

In particolare, AdB con i propri crediti di carbonio ha contribuito principalmente a finanziare il progetto “Cordillera Azul National Park” in Perù, a protezione della foresta pluviale tra le Ande e il bacino Amazzonico e a sostegno delle attività agricole della popolazione locale. Il parco comprende 1,6 milioni di ettari di foresta e dà lavoro ad oltre 700 persone, di cui il 30% donne.

Altri contributi sono andati a progetti di sviluppo sostenibile in Indonesia, Guatemala e altre zone del Perù, per promuovere la tutela ambientale e lo sviluppo sociale ed economico di aree rurali.

La compensazione delle emissioni di CO2 prodotte dall’aeroporto e il finanziamento di corrispondenti progetti di decarbonizzazione in collaborazione con Shell Energy Italia continuerà anche per il 2021.

https://www.volabologna.it/it/2021/03/2 ... guatemala/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: BLQ News
MessaggioInviato: 07/04/2021, 16:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/12/2012, 0:14
Messaggi: 585
AEROPORTO MARCONI: AL VIA IL NUOVO COVID TEST POINT PER TUTTI I PASSEGGERI E PER LA COMUNITA’ AEROPORTUALE

Prosegue l’impegno di Aeroporto di Bologna per garantire la sicurezza sanitaria dei passeggeri e della Comunità aeroportuale. Dopo essere stato il primo scalo in Europa ad ottenere l’ACI Airport Health Accreditation, il riconoscimento dato dall’associazione mondiale degli aeroporti per le procedure sanitarie introdotte a seguito della pandemia Covid-19, il Marconi apre oggi il nuovo Covid Test Point a disposizione di tutti i passeggeri e dei lavoratori della comunità aeroportuale, su base volontaria e a pagamento.

Realizzato in convenzione con l’Azienda Usl di Bologna e con Air Medical – azienda con grande esperienza nel settore aviomedicale, già attiva presso l’Aeroporto di Torino – il nuovo punto tamponi va incontro alle richieste di tutti quei passeggeri in arrivo o in partenza che, sulla base delle disposizioni dei vari Paesi, devono fornire certificazioni che attestino la negatività al Covid-19, con test a 72, 48 o 4 ore dal viaggio. Il Covid Test Point è disponibile anche per tutti gli operatori aeroportuali del Marconi, con specifiche convenzioni.

Il Covid Test Point offre ai passeggeri due opzioni di test: il tampone rapido antigenico (con esito in 15 minuti, costo: 40 €) e il tampone molecolare PCR (con risposta in 24/36 ore, 100 €). L’esito del test può essere ritirato in formato cartaceo, oppure ricevuto in formato digitale, sempre in doppia lingua italiana ed inglese.

In caso di risultato positivo al test rapido, il passeggero ha la facoltà di scegliere se effettuare immediatamente il tampone molecolare a pagamento, oppure rivolgersi al sistema sanitario di riferimento. Sulla base della convenzione sottoscritta con la Ausl di Bologna, Air Medical trasmetterà i campioni dei test molecolari ai laboratori autorizzati dalla Regione Emilia-Romagna, per la processazione e refertazione. Gli esiti di tutti i test eseguiti presso il Covid test Point dell’Aeroporto, inoltre, saranno inseriti nella piattaforma SOLE (la rete informatica che collega le strutture sanitarie della Regione Emilia-Romagna) e quindi disponibili anche sul Fascicolo Sanitario Elettronico del passeggero, se cittadino residente in Emilia Romagna.

Il nuovo punto tamponi, attivo da oggi per tutti i passeggeri, sarà aperto tutti i giorni con orario 8.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00. Posizionato in un’area attrezzata all’esterno del Terminal e in prossimità del Piazzale dei Servizi – Area Bus, il nuovo Covid Test Point è facilmente raggiungibile dai Parcheggi P1-2 e P3 dell’aeroporto.
Per accedere al servizio è fortemente consigliata la prenotazione, soprattutto in caso di passeggeri in partenza per evitare ritardi all’imbarco, ma è possibile presentarsi anche direttamente allo sportello accettazione, con congruo anticipo. La prenotazione va fatta compilando il modulo di pre-registrazione disponibile sul sito di Air Medical: https://airmedicalservice.eu/cal/

Il nuovo Covid Test Point è una evoluzione del servizio attivato in Aeroporto a fine gennaio per i soli passeggeri in partenza per Amsterdam, che per disposizione del governo dei Paesi Bassi erano tenuti a presentare all’imbarco l’esito di un tampone rapido effettuato nelle 4 ore precedenti la partenza.

Il punto tamponi è stato presentato oggi alla stampa dall’Amministratore Delegato dell’Aeroporto di Bologna Nazareno Ventola, dal Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica della Ausl di Bologna Paolo Pandolfi e dall’Amministratore di Air Medical Francesco Reggiani.

https://www.volabologna.it/it/2021/04/0 ... oportuale/


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net