VolaBologna Forum

Aviazione e non solo
Oggi è 25/05/2019, 20:03

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 79 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2 3 4 5 6 Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 07/10/2016, 11:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Al centro di Piazza Maggiore c’è una piattaforma pedonale detta il “Crescentone”

ImmaginePiazza Maggiore Crescentone
by alberto cisotto, su Flickr

["Crescentone"]

Quest’area oggi è anche utilizzata in estate dalla Cineteca di Bologna per il cinema all’aperto “Sotto le stelle del Cinema”. Viene utilizzata anche in altre occasioni come feste o eventi particolari.

ImmagineCrescentone
by alberto cisotto, su Flickr

[Parte danneggiata del "Crescentone"]

Durante la Seconda Guerra Mondiale un carrarmato danneggiò una parte del "crescentone", questa però non fu mai sistemata.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Ultima modifica di Ciso il 24/04/2017, 11:03, modificato 2 volte in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 11/10/2016, 15:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Un altro edificio che si affaccia in parte su piazza Maggiore è Palazzo dei Notai

ImmaginePalazzo dei Notai (foto dal web)
by alberto cisotto, su Flickr

[Palazzo dei Notai (foto dal web)]

Costruito nel 1381 dalla “Società dei Notai” per creare la propria sede.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 11/10/2016, 16:59 
Non connesso

Iscritto il: 06/11/2007, 21:38
Messaggi: 864
Località: Castelfranco Emilia
Che meraviglia che è, la nostra Bologna <3

_________________
“Quella che lei chiama Bologna, è un cosa grande, che va da Parma a Cattolica. Dove davvero la gente vive a Modena, lavora a Bologna e la sera va a ballare a Rimini. E' una strana metropoli, che s'allarga a macchia d'olio tra il mare e gli Appennini.”


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 12/10/2016, 15:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Confinante con Piazza Maggiore e tra Palazzo Re Enzo e Palazzo d’Accursio, c’è Piazza Nettuno che prende il nome dall’omonima fontana posta al centro

Immagine.
by alberto cisotto, su Flickr

[Piazza del Nettuno]

La fontana del Nettuno è familiarmente chiamata dai bolognesi “la fontana del Gigante”, per via delle enormi dimensioni della statua posta in cima alla fontana.
La statua del dio Nettuno fu realizzata dallo scultore Jean de Boulogne di Douai in Fiandra, detto il Giambologna, ed è completamente in bronzo.

ImmagineFontanadel Nettuno
by alberto cisotto, su Flickr

[Fontana del nettuno]

Questa fontana fu posizionata nel punto d’intersezione tra il cardo e il decumano, le antiche vie romane che determinavano il centro dell’area urbana.
L’alimentazione della fontana avvenne grazie alla costruzione della cisterna di Valverde, nota come Bagni di Mario, potenziata ristrutturando l’antica fonte Remonda ancora oggi funzionante a valle del monastero di San Michele in Bosco, convogliando così le sue acque verso la piazza.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 12/10/2016, 15:42 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13655
Località: Bologna
Non vedo l'ora che siano finiti i lavori di restauro del nostro Gigante!

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 18/10/2016, 15:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Per chiudere la descrizione della zona di Piazza Maggiore, manca l’Archiginnasio.
Fu la sede antica dell’Università di Bologna, costruita per avere un unico luogo dove svolgere gli insegnamenti universitari relativi alle diverse discipline, rimase la sede dello Studium bolognese dal 1563 al 1803. Da qui possiamo attribuirle il soprannome di “Bologna la dotta”.

ImmagineCortile Archiginnasio
by alberto cisotto, su Flickr

[Interno del cortile dell'Archiginnasio]

ImmagineCortile Archiginnasio parte superiore
by alberto cisotto, su Flickr

[Interno del cortile dell'Archiginnasio, parte superiore]

Il palazzo è diviso in due piani, con porticato anteriore ed un cortile centrale a doppio ordine di logge, con al centro di esso la Cappella di Santa Maria dei Bulgari.
All’interno dell’Archiginnasio troviamo il Teatro Anatomico

Immagine.
by alberto cisotto, su Flickr

[Teatro anatomico]

Immagine.
by alberto cisotto, su Flickr

[Teatro anatomico]

Una sala a forma di anfiteatro e costruita in legno, dedicata allo studio dell’anatomia. Caratterizzata da una cattedra con alle spalle un baldacchino retto da due statue di uomini nudi e privi di pelle detti “gli spellati”. Le statue che decorano le pareti rappresentano medici luminari dell’antichità, mentre i busti rappresentano medici di minore importanza. Le due statue principali alla destra dell’entrata rappresentano Ippocrate, il più importante medico greco, e Galeno, il più importante medico romano. Sulla parete opposta alla cattedra c’è la statua di Gaspare Tagliacozzi che regge in mano un naso, considerato come lo scopritore della rinoplastica.
Al piano superiore del palazzo ci sono le sale di studio dei Legisti (diritto civile e diritto canonico) e degli Artisti (filosofia, medicina, matematica, scienze fisiche e naturali).
Tra queste due discipline di studio c’era talmente tanta competizione che furono adibiti due ingressi con rispettive scalinate di accesso alle sale, in tal modo Legisti e Artisti non dovevano incrociarsi.

Immagine.
by alberto cisotto, su Flickr

[Complesso araldico]

All’interno dell’Archiginnasio c’è un vasto complesso araldico murale composto attualmente da circa seimila stemmi studenteschi e iscrizioni in onore dei professori, in origine erano oltre settemila.
Ora l’Archiginnasio è la sede della Biblioteca Comunale.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 19/10/2016, 14:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Se percorriamo la zona del Mercato di Mezzo ed arriviamo all’incrocio tra Strada Maggiore e via San Vitale, troviamo il Palazzo della Mercanzia o Loggia dei mercanti o Palazzo del Carrobbio, con la sua omonima piccola piazza

ImmaginePalazzo della Mercanzia 1
by alberto cisotto, su Flickr

[Palazzo della Mercanzia]

Questo edificio è stato la sede dell’Universitas mercatorum (Foro dei Mercanti) e di alcune Corporazioni, mentre dal 1797 diventò la Camera di Commercio.
A fine 1300 vi era il Tribunale mercantile, formato da dodici consoli che rappresentavano le Compagnie delle Arti e da un giudice, con il compito di giudicare tutto ciò che riguardava l’ambito mercantile, dedicarsi alla manutenzione e sorveglianza del Canale Navile, disciplinare la compilazione dei libri dei commercianti e dei sensali.

ImmaginePalazzo della Mercanzia terrazzino
by alberto cisotto, su Flickr

[Balcone Palazzo della Mercanzia]

Il palazzo ha un balcone sulla facciata centrale, da cui si annunciavano pubblicamente le sentenze e le riunioni del tribunale, preceduti dal suono della Campana della Lucardina che era vicino al balconcino. I colpevoli di fallimento doloso venivano legati ad un palo davanti alla colonna centrale della loggia ed esposti al pubblico.
Il Palazzo della Mercanzia è diviso in due piani:
Al primo piano troviamo la Saletta Verde, la Sala della Giunta e due uffici, da questi due si entra nella Sala delle Riunioni da cui si può accedere ad un cortiletto, lungo il corridoio che unisce queste stanze troviamo la direzione dell’ufficio di ragioneria.
Altre stanze sono il salone dell’Anagrafe, con l’archivio storico dell’anagrafe camerale, la Scala d’onore da cui si accede al Salone Consiliare, infine la Biblioteca.
Al secondo piano c'è il Salone Consiliare, era la sede del Tribunale Mercantile, ci sono raffigurate le due figure principali: Giustizia ed Equità. Da una piccola porta si accede al balcone che si affaccia su Piazza della Mercanzia, mentre in un angolo della sala vi è il gonfalone, un lavoro di ricamo che raffigura la testa di Mercurio.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 21/10/2016, 11:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Tra il XII ed il XIII secolo il numero delle torri presenti in città era di un centinaio, oggi ne sono rimaste ventiquattro. Si pensa che il motivo della loro costruzione fosse che le famiglie più ricche le utilizzassero come strumento di offesa e/o attacco e come simbolo di potere. Le case-torri, di altezza più ridotta e mura meno spesse, venivano utilizzate per abitarci, mentre i torresotti erano costruiti a difesa delle varie porte d’accesso alla città. Le torri durante gli anni furono utilizzate come carceri, torri civiche, negozi e abitazioni.
In epoche antiche lo scenario di Bologna si presentava con un vasto numero di torri presenti in città che nel corso degli anni si è ridotto a causa della demolizione di molte di esse.
Oggi sono una ventina le torri rimaste a Bologna.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 21/10/2016, 11:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
Le Due Torri si trovano in piazza Ravegnana, in fondo a via Rizzoli, e sono il simbolo di Bologna

Immagine.
by alberto cisotto, su Flickr

[Due Torri]

La più alta è la Torre degli Asinelli, mentre la più bassa è la Torre della Garisenda.
Sono entrambe pendenti e costruite all’incrocio tra le vie che portavano alle cinque porte dell’antica mura “dei torresotti”. I due nomi derivano dalle famiglie che le hanno costruite.

ImmagineTorre degli Asinelli
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre degli Asinelli]

Si dice che l’Asinelli in origine fosse più alta, rifatta in epoca Bentivogliesca dove fu ridotta a 97 metri. Il Comune ne divenne proprietario nel XIV secolo e la utilizzò come prigione e fortezza, negli stessi anni fu costruita una parte in legno attorno alla torre che univa, tramite una passerella, l’Asinelli alla Garisenda. Nel 1824 fu installato un parafulmine per evitare i precedenti gravi incendi causati da fulmini. La torre fu utilizzata anche per esperimenti sulla gravità e sulla rotazione della Terra, durante la Seconda Guerra Mondiale aveva la funzione di punto di avvistamento per indirizzare i soccorsi nei punti colpiti dalle bombe.
La Torre degli Asinelli è la torre pendente più alta d’Italia.

ImmagineTorre Garisenda
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre Garisenda]

La Garisenda oggi è alta circa 50 metri, in origine era 60 metri, ma nel 1351 fu tagliata a causa di un cedimento delle fondamenta in fase di costruzione.
Nel Quattrocento era di proprietà dei Drappieri fino all’Ottocento quando diventò proprietà del Comune.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 22/10/2016, 22:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/10/2007, 23:08
Messaggi: 5314
Località: Bologna
Ottimo report!

_________________
Io non corro...Volo basso... Vorsprung Durch Techink OOOO
ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 24/10/2016, 14:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
La Torre Azzoguidi, detta Torre Altabella, è alta 60 metri risultando la seconda torre più alta di Bologna, la finestra mozzata dal tetto attuale fa pensare che in passato fosse più alta.

ImmagineTorre Azzoguidi
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre Azzoguidi] ok

La via dove si trova è chiamata Altabella proprio in onore della torre ed è affianco alla Cattedrale di San Pietro.
La base della torre è fatta di selenite e fu adattata per ospitare una bottega, ancora oggi c’è un piccolo negozio di orologeria.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 25/10/2016, 10:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
La Torre dei Prendiparte, detta Torre Coronata, è alta poco meno di 60 metri ed ha una lieve pendenza verso nord, anche essa ha una base di selenite.

ImmagineTorre Prendiparte
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre dei Prendiparte]

ImmagineTorre Prendiparte base
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre dei Prendiparte]

Situata in via Sant’Alò in un punto in cui la strada si allarga formando una piccola piazza, era la piazzetta San Senesio dove c’era un’antica chiesa. In origine fece parte della famiglia dei Prendiparte, poi passò alla Chiesa che la utilizzò come carcere della curia, infatti nei piani intermedi ci sono tre celle.
Oggi la torre ospita un bed & breakfast.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 27/10/2016, 15:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
La Torre degli Scappi è alta poco meno di 40 metri, la si può notare all’incrocio tra via Rizzoli e via Indipendenza che spicca tra i palazzi adiacenti la Cattedrale di San Pietro

Immagine.
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre degli Scappi]

La base della torre è stata inglobata, fino a circa una ventina di metri di altezza, nella cinquecentesca casa Coccapani, per questo possiamo vederne solo la parte più alta.
A piano terra ospita una delle più antiche e famose botteghe di Bologna, “La Coroncina”, mentre nel sotterraneo c’è un locale coperto da volte a botte di due metri, cosa insolita per una torre.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 02/11/2016, 15:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
La Torre degli Uguzzoni è alta circa 30 metri e si trova tra vicolo Mandria e vicolo Tubertini.

Anche questa torre ha la base rivestita di selenite, con una stretta porta e, poco più in alto, due finestre antiche che indicano che si tratta in realtà di una casa-torre, ovvero che fu adibita ad abitazione.
In seguito fu comprata dal Credito Romagnolo, infatti oggi ospita i suoi uffici.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Alla scoperta di Bologna
MessaggioInviato: 04/11/2016, 15:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2008, 19:12
Messaggi: 8309
Località: Bologna
La Torre dei Guidozagni è alta una ventina di metri e si trova all’inizio di via Albiroli, vicino la Torre dei Prendiparte

ImmagineTorre dei Guidozagni (dal web)
by alberto cisotto, su Flickr

[Torre dei Guidozagni (foto dal web)]

L’altezza, la base rettangolare e lo scarso spessore dei muri di base indicano che in realtà è una casa-torre, quindi abitabile. In origine era più alta, nel 1487 ne crollo una parte che distrusse la casa che era unita a lei.
I Guidozagni, oltre a possedere questa torre, ne possedevano altre tre che ora non ci sono più.

_________________
Bene Bene

ImmagineImmagineImmagine


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 79 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2 3 4 5 6 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net