VolaBologna Forum

Aviazione e non solo
Oggi è 16/07/2019, 13:00

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2 3 Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 07/12/2016, 11:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/10/2007, 10:57
Messaggi: 6416
Località: Bologna
Parlando di arrivi da Francia e Belgio in Emilia-Romagna:

Cita:
Con un buon livello di arrivi - nei primi nove mesi del 2016 sono stati 202.345 quelli dalla Francia (+0,5% rispetto all’anno precedente) e 76.266 dal Belgio (+6,2%) - l’Emilia Romagna è ben collegata da tratte aeree con questi due paesi. L’Aeroporto “Marconi” di Bologna, tutto l’anno, ha più voli giornalieri con Parigi e Lione a cui si aggiunge, nel periodo estivo, il volo da Bordeaux, mentre per quanto riguarda il Belgio lo scalo bolognese ha voli giornalieri con Bruxelles.

Ufficio Stampa Apt Servizi – Tel. 0541-430.190

_________________
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 07/12/2016, 13:29 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Molto bene! Un vero peccato che nel giro di poco abbiamo perso ben due 2 low cost su Parigi! Spero arrivino presto seri rimpiazzi!

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 28/12/2016, 12:35 
Non connesso

Iscritto il: 06/11/2007, 21:38
Messaggi: 872
Località: Castelfranco Emilia
Numeri sempre più importanti e margini di crescita ancora enormi.
Avanti così!

Inviato dal mio XT1562 utilizzando Tapatalk

_________________
“Quella che lei chiama Bologna, è un cosa grande, che va da Parma a Cattolica. Dove davvero la gente vive a Modena, lavora a Bologna e la sera va a ballare a Rimini. E' una strana metropoli, che s'allarga a macchia d'olio tra il mare e gli Appennini.”


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 02/01/2017, 16:13 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Tutto esaurito per Capodanno, i turisti mandano Bologna in sold out

Nei primi dieci mesi dell'anno le presenze sono aumentate del 7 per cento. Boom dei visitatori stranieri. E per le feste non è rimasto un posto libero in alberghi, ostelli e B&B. L'assessore Lepore: "Ora vogliamo creare nuovi itinerari dalla città all'Appennino"

Bologna continua a piacere, a chi non la conosceva e a chi, una volta scoperta, ha deciso di tornarci. Così anche nel 2016 il turismo a Bologna è cresciuto con i pernottamenti, nel periodo gennaio-ottobre, aumentati del +4,9% nell'area della Città metropolitana e del 7% nel solo capoluogo. Un aumento di presenze culminato con il tutto esaurito nelle strutture alberghiere in occasione del Capodanno. Nel trend di crescita un ruolo importante l'hanno avuto i turisti internazionali: primi in classifica quelli provenienti dal Regno Unito (+16% rispetto al 2015), seguiti da spagnoli (+22,3%), statunitensi (+3,4%) e tedeschi (+12,7%). Importante anche il segno più di turisti provenienti da Medio Oriente e Asia in generale (+22%) e Australia (+15%).

"Il successo di Bologna si inserisce in un quadro in cui, a livello internazionale, l'Italia e Bologna sono percepiti come più sicuri. Ma i numeri positivi con cui si chiude il 2016 - ha detto Matteo Lepore, assessore all'economia e turismo - riflettono ciò che i bolognesi vedono da tempo: il turismo in città mantiene un giusto ritmo di crescita ormai da diversi anni e sempre più visitatori, soprattutto stranieri, scoprono e apprezzano le attrattive culturali ed enogastronomiche del nostro territorio".

Ora la sfida, per l'assessore è allargare la presenza di visitatori anche ad altre zone della città (come la Bolognina, dove è in programma l'apertura di una nuova struttura), puntare su itinerari che si estendano a tutto il territorio metropolitano dalla pianura all'Appennino e continuare a lavorare per prolungare la durata della permanenza (già ora i pernottamenti crescono più degli arrivi). Il tutto potenziando servizi per i turisti e adeguando anche sul piano della sicurezza la città alle nuove esigenze di un'importante presenza di visitatori costante nell'anno.


Tornando al bilancio dell'anno turistico, l'aumento dei pernottamenti ha avuto un impatto economico positivo attraverso la crescita del tasso di occupazione alberghiera che, in base al campione di riferimento censito da Bologna Welcome, prevede per il 2016 un aumento superiore
al 7%, rispetto al 2015. Una crescita che si è accompagnata anche ad un aumento dei principali indicatori economici alberghieri (il ricavo medio per camera a dicembre 2016 è aumentato da 71 a 75 euro rispetto allo stesso periodo del 2015). Positivi anche i risultati delle Card turistiche: le Bologna Welcome Card 48 ore vendute lo scorso anno sono state infatti 3100, con un aumento del 35% rispetto al 2015; e ha avuto un buon impatto anche al nuova Card da tre giorni.

Repubblica

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 31/01/2017, 15:48 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Turismo, tedeschi e austriaci trainano la crescita della regione
Un milione le presenze in più. Bene la Riviera, le città d’arte e l’Appennino, ancora in difficoltà il sistema termale

Una «Notte rosa» in RivieraUna «Notte rosa» in Riviera
BOLOGNA - 48,2 milioni di presenze e 10,2 milioni di arrivi, oltre un milione in più rispetto al 2015: è il numero di turisti in Emilia-Romagna nel 2016 che la Regione considera «da record». Secondo Viale Aldo Moro crescono sia i visitatori italiani (+2,4% arrivi e +1,9% le presenze) che quelli esteri (+1,3% gli arrivi e +2,7% le presenze), crescita dovuta soprattutto alla grande ripresa del mercato di lingua tedesca (Germania, Austria e Svizzera). Tra i vari distretti il risultato positivo riguarda quasi tutti: sorridono la Riviera, le città d’arte, l’Appennino mentre continuano le difficoltà del sistema termale.

SODDISFAZIONE - A influire, secondo il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assesore al Turismo, Andrea Corsini, «è stato l’ottimo lavoro nella promozione, ma anche gli eventi culturali, sportivi e le fiere, oltre agli ottimi risultati di infrastrutture come l’aeroporto Marconi». Secondo Bonaccini si tratta di «numeri straordinari, che anticipano molti degli obiettivi che avevamo annunciato nel nostro programma». Corsini ha invece voluto sottolineare l’importanza di nuovi «prodotti», come il distretto della ceramica (Faenza, Imola, Sassuolo), diventato anche una potenziale destinazione turistica «grazie alla possibilità di conoscere la produzione di un settore industriale e artigianale, come la Motor Valley o tutto il comparto del cibo».

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 20/02/2017, 11:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/10/2007, 10:57
Messaggi: 6416
Località: Bologna
Bologna, boom di turisti: 2,4 milioni nel 2016

Per la prima volta più stranieri che italiani in arrivo: gli inglesi in testa alla classifica. Due notti il soggiorno medio

Il sorpasso era nell’aria da tempo ma in pochi scommettevano che potesse arrivare già nel 2016. Quello che si è da poco concluso, invece, è stato un anno record per il turismo bolognese. Per la prima volta, infatti, i clienti stranieri hanno messo la freccia e scavalcato quelli italiani nel numero di notti trascorse negli alberghi del capoluogo emiliano. È un sorpasso storico per una città che fino a poco tempo fa a stento appariva negli itinerari turistici mondiali. Il boom di pernottamenti di chi arriva dall’estero è dell’11,9% in più rispetto al 2015. Una crescita a due cifre che mostra come Bologna, e il suo centro storico, siano ormai un luogo a “misura di viaggiatore”.

La statistica ora certifica quello che in tanti avevano già notato girando sotto i portici della città, o in bar, osterie e boutique, dove sempre più spesso capita di ascoltare accenti stranieri e turisti con in mano la guida d’ordinanza. La maggior parte di chi prenota una camera negli hotel bolognesi viene dall’estero. L’anno scorso i pernottamenti degli stranieri sono stati 1,21 milioni, mentre gli italiani, pur in crescita dell’8,6%, si sono fermati a quota 1,18 milioni. Vuol dire che i clienti provenienti dai Paesi esteri sono 27mila in più. Ma è il dato complessivo che dà la misura di quanto il movimento turistico bolognese, nonostante il calo del giro d’affari di saloni fieristici e congressi, sia in rimonta: nel 2016 il capoluogo emiliano ha registrato in tutto 2,4 milioni di pernottamenti nelle sue strutture ricettive, quasi 200mila in più in un solo anno. Se il trend a due cifre fosse confermato anche in futuro, Bologna raggiungerebbe il traguardo, un tempo un miraggio, delle tre milioni di presenze entro il 2019.

Ma è la geografia del turismo che un po’ alla volta sta cambiando. Le notti in albergo (+10,2%) crescono a un ritmo più veloce rispetto al numero assoluto dei turisti (+3,4%). Vuol dire che, in media, chi visita Bologna oggi si ferma a dormire più che in passato (la media è poco sopra le due notti a testa). Un dato che sembra smentire anche le teorie sul turismo “mordi e fuggi” che arriverebbe qui in città con i voli low cost di Ryanair e EasyJet.

Se Bologna attira più del previsto, il merito va soprattutto a quel “rinascimento gastronomico” che sta permettendo alla città, e al suo centro storico, di trovare spazio tra rotte del turismo mondiale, almeno sul fronte del “Made in Italy” alimentare. Il 2016, in realtà, era partito col freno a mano. Gennaio e giugno sono stati mesi in calo per alberghi, ostelli e bed and breakfast. In mezzo la primavera è andata benino. A partire da luglio la svolta: il ritmo di crescita dei pernottamenti stranieri è sempre stato a due cifre, con i picchi di novembre (+45,2%) e dicembre (32,5%), mesi in cui – è bene ricordarlo – il quartiere fieristico ha ospitato i saloni Eima (che si tiene ogni due anni) e il Motor Show (che nel 2015 non c’era stato).

Ma l’expo non basta, da solo, a spiegare questi livelli di crescita, visto che mesi di solito fiacchi, come luglio, hanno registrato quasi il 16% di presenze straniere in più negli alberghi. Ma da dove provengono i nuovi estimatori della città? Quasi un terzo dei turisti arriva dall’Unione Europea. A dormire di più in assoluto sotto le Torri sono gli inglesi (118mila presenze),
seguiti da spagnoli (107mila), tedeschi (96mila) e francesi (77mila). In crescita anche quelli che arrivano da Grecia, Danimarca e Bulgaria. Fuori dall’Ue, tra gli amanti di Bologna ci sono i turisti russi (39mila) e soprattutto quelli che si imbarcano dagli Usa: l’anno scorso le presenze degli statunitensi negli hotel sono arrivate a 94mila e ormai tallonano da vicino gli inglesi, mentre continua il calo dai turisti cinesi (meno 27%), che si fermano a 47mila pernottamenti.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/20 ... 158661833/

_________________
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 21/02/2017, 13:13 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
E la cosa è sempre più visibile ogni volta che vado in centro!

Sempre più voci stranieri in giro e nei locali! :)

Se solo si riuscisse a tenerla meno graffittata e pulita...

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 17/08/2017, 14:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/12/2007, 15:28
Messaggi: 14296
Località: Bologna
http://corrieredibologna.corriere.it/bo ... 1927.shtml


Turismo a Bologna, sei mesi eccezionali. E il Ferragosto registra una crescita del 7%
Cresce l'occupazione media nel settore. L'80-90% degli ospiti viene dall'estero, in testa gli inglesi. Gli infopoint di piazza Maggiore e aeroporto registrano mille visitatori al giorno

BOLOGNA — Ferragosto positivo per il turismo a Bologna, con l'80-90% di ospiti stranieri negli alberghi la settimana del 15. A tracciare un bilancio della prima metà di agosto è Bologna Welcome.
I PRIMI SEI MESI — Il flusso rilevato fin qui ad agosto conferma i numeri in crescita registrati durante il primo semestre 2017: nei primi sei mesi dell'anno gli arrivi sono ulteriormente cresciuti, con un aumento su base annua del 7,7% (dato riferito alla sola citta' di Bologna) e del 9,3% se si fa riferimento a tutta l'area della Città metropolitana. Sono cresciuti anche di più degli arrivi i pernottamenti, +11,7% rispetto allo stesso periodo del 2016 sulla citta' e +13,5% sull'area metropolitana.

INGLESI E TEDESCHI — I visitatori britannici si confermano al primo posto nella classifica degli arrivi, seguiti dai tedeschi, tradizionalmente amanti della nostra regione ma solo da pochi anni così affezionati al suo capoluogo. Al terzo posto gli spagnoli, seguiti dai turisti Usa. In ripresa gli arrivi da Russia e Australia, così come i visitatori dalla Cina che, se registrano un lieve calo su Bologna citta' sono invece in aumento netto nell'area metropolitana. Gli hotel cittadini confermano un prolungamento della permanenza media degli ospiti, che passa dalla 1-2 notti degli scorsi anni alle 2-3 notti nel 2017 (arrivando in alcuni casi alle 4 notti). Le rilevazioni del barometro alberghiero effettuate su un campione rappresentativo di strutture cittadine, come spiega ancora Bologna Welcome, mostrano fino ad oggi ad agosto un'occupazione media del 60,2% con una crescita percentuale del +7,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

INFO POINT AFFOLLATI — Gli uffici informazioni di Bologna Welcome in piazza Maggiore e all'aeroporto Guglielmo Marconi hanno registrato una media di mille turisti serviti al giorno da inizio agosto. Tra l'1 e il 15 agosto sono stati ritirati oltre 7.000 ticket eliminacode. «Anche quest'anno siamo soddisfatti dell'andamento del periodo estivo», dichiara Celso De Scrilli, presidente Bologna Welcome. «I dati del primo semestre 2017 mostrano un andamento in costante crescita e continuiamo ad assistere a un crescente interesse dei turisti (specialmente quelli internazionali) per tutto il nostro territorio, con un aumento del pernottamento medio». «L'estate è il periodo perfetto per scoprire tutta la Città metropolitana di Bologna, uscendo dal centro per esplorare la collina e l'Appennino, così come la pianura», afferma invece Matteo Lepore, assessore al Turismo del Comune. «Questi numeri ci confermano che l'interesse per la destinazione Bologna continua a crescere ed è nostro importante compito promuovere sempre con più attenzione il nostro vasto paesaggio urbano naturale e culturale».

_________________
https://www.facebook.com/paginavolabologna/


Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 18/08/2017, 9:02 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
L'11 sera e il 14 pomeriggio, sono stato in centro.
Per la prima volta non ho visto il centro deserto! Tanti stranieri e anche qualche italiano.

Era ora cavolo!!!!!!! 8) 8) 8)

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 02/01/2018, 13:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/10/2007, 10:57
Messaggi: 6416
Località: Bologna
Boom del turismo nel 2017: gli arrivi registrano un più 11%, i pernottamenti più 18% rispetto l'anno precedente

Il 2017 conferma i trend di crescita per il turismo a Bologna e per tutta la Città Metropolitana. Particolarmente brillante il risultato relativo agli stranieri, con crescite in doppia cifra per i visitatori inglesi, tedeschi e australiani nel capoluogo. Ma il segno più accompagna tutti i segmenti geografici e si conferma anche nel periodo natalizio.

Il bilancio dei visitatori, alla luce dei dati di arrivi e pernottamenti forniti dalla Regione – che ad oggi arrivano a coprire il periodo gennaio-ottobre 2017 – è positivo: rispetto allo stesso periodo del 2016 gli arrivi vedono una crescita complessiva dell’ 11%, i pernottamenti aumentano invece del 18%. I dati forniti dalla Regione documentano numeri ancora maggiori per l’area della Città Metropolitana, con un +13% di arrivi e +20% rispetto di pernottamenti rispetto al 2016.

Il mese di dicembre e il periodo delle festività natalizie confermano questo trend di crescita. Nel solo mese di dicembre 2017, secondo i dati derivati da un campione di 4.000 camere nelle strutture alberghiere di Bologna, risulta un +7% di occupazione rispetto allo stesso periodo del 2016, così come vicino al tutto esaurito è l’occupazione a cavallo delle feste. Se il Natale ha visto un risultato complessivamente positivo, il Capodanno ormai vede le strutture di Bologna al completo, con numeri di visitatori stranieri e italiani sostanzialmente simili.

In termini di crescita nei pernottamenti a Bologna città rispetto al 2016 sono però ancora una volta i turisti internazionali a mostrare i numeri più interessanti: primi in classifica i visitatori provenienti dal Regno Unito, in crescita del 18,3% rispetto al 2016. A seguire nella classifica i turisti dalla Germania (+19,1%), dalla Spagna (+3,2%) dagli Stati Uniti (+9,5%) e dalla Francia (+9,9%).

Ottimi numeri anche per i turisti provenienti dall’Australia, che se nel 2016 erano cresciuti del 15% nel 2017 aumentano del 22,9% nei pernottamenti. Bene anche i visitatori dall’Asia e dal Medio Oriente che vedono complessivamente un aumento di oltre il 20% di arrivi.

L’aumento dei pernottamenti su Bologna si riflette anche sul territorio della Città Metropolitana, che rispecchia perfettamente la classifica dei paesi di provenienza di Bologna città.

“I dati 2017, oltre a mostrare una crescita complessiva di interesse per la destinazione, ci parlano di una curiosità crescente di turisti italiani e stranieri per tutto il territorio bolognese - dichiara Matteo Lepore, assessore all’Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni Internazionali – Basti guardare nello specifico i numeri che fanno riferimento alla sola Città Metropolitana per notare un segno positivo nell’aumento di visitatori dei territori di pianura, collina, Appennino, grazie anche a proposte interessanti come i cammini o gli itinerari del gusto o dei motori. Il nostro focus ora è anche sul prenderci cura di questo paesaggio naturale e culturale unico, che ci caratterizza profondamente”.

I risultati dell’ultimo periodo del 2017 arrivano anche grazie alle attività promozionali portate avanti nel corso dell’anno e in particolare per merito della campagna “Promenade a Bologna”, che negli ultimi mesi del 2017 ha raccontato Bologna e il suo territorio su piattaforme digitali e cartacee, con un minisito dedicato contenente eventi, proposte e itinerari turistici per scoprire il territorio bolognese, una imponente campagna tra Google e Facebook, una iniziativa di co-marketing insieme a Ryanair e una pubblicazione in 1,8 milioni di copie distribuita su giornali e riviste. La campagna proseguirà fino a marzo 2018 e il libretto cartaceo sarà in distribuzione nei punti Bologna Welcome, nelle strutture turistiche e nello speciale punto Promenade al Winter Village del Guasto, nel cuore della zona universitaria.

Nel 2017 sono state tante le attività portate avanti per lo sviluppo dell’offerta turistica di Bologna e del suo territorio. Dalle visite guidate al cantiere del Nettuno alla riapertura della Torre Asinelli con un rinnovato sistema di prenotazione, dalla promozione di mostre allestite in Musei e Palazzi fino al racconto dei territori del tartufo sulle colline bolognesi, per arrivare alla grande apertura di FICO Eataly World, il parco agroalimentare più grande al mondo.

“I numeri del turismo nel 2017 dimostrano come il lavoro svolto negli ultimi anni per la promozione del territorio bolognese e del suo city branding stia dando ottimi frutti - spiega Celso De Scrilli, presidente Bologna Welcome – I risultati arrivano sia sul fronte del turismo leisure che nel settore business, anche grazie al lavoro del Bologna Convention Bureau. Adesso siamo concentrati a guardare avanti, al 2018 e oltre. Questa crescita dei dati, che mostra una città che cambia il passo sul turismo, necessita di una nuova strategia che allarghi l’attenzione dal centro alla pianura e fino all’Appennino, per una crescita sostenibile e in equilibrio con le esigenze del territorio".

http://www.comune.bologna.it/news/boom- ... etto-lanno

_________________
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 02/01/2018, 14:08 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Molto molto bene!
Era davvero ora che il turismo arrivasse nella ns. città e provincia.
Sono sicuro che si potrà fare ancora di più, sopratutto se tutte le parti lavoreranno in concerto tra loro.
Spero che anche oltre marzo 2018 si continui con le operazioni di marketing all'estero per pubblicizzare le nostre eccellenze.

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 02/01/2018, 19:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/12/2007, 15:28
Messaggi: 14296
Località: Bologna
E tra FICO e nuovi accordi turistici-aeronautici il 2018 non potrà che portare numeri migliori di questi!

_________________
https://www.facebook.com/paginavolabologna/


Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 15/01/2018, 13:47 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Post valido sia per questo thread che per quello di FICO

New York Times, Emilia-Romagna tra i 50 luoghi da visitare nel 2018

La regione al 40esimo posto della classifica annuale. Fico e la riapertura del cinema di Fellini a Rimini gli eventi da non perdere


Bologna, 11 gennaio 2018 – C’è anche l’Emilia-Romagna nella classifica stilata dal New York Times sui 52 posti da visitare assolutamente nel nuovo anno appena iniziato. Il celebre quotidiano della Grande Mela ha posizionato la nostra regione al 40esimo gradino della classifica. “Cibo e cinema in una regione famosa e fertile”: questo il sottotitolo scelto per presentare ai lettori, statunitensi e non, delle destinazioni da non perdere nel 2018.
Tra i consigli del giornale statunitense, non poteva di certo mancare Fico Eataly World che, anzi, è proprio l'immagine scelta come sfondo per la scheda. Il parco agroalimentare viene presentato come un enorme omaggio alla cucina e alla cultura culinaria italiana ed è stato designato come una delle mete più appetitose per i turisti di tutto il mondo.

“Giardini e frutteti da esplorare, dozzine di workshop e laboratori sui prodotti alimentari, 40 ristoranti e chioschi dove assaporare la cultura gastronomica italiana e biciclette personalizzate per girare il parco”: ecco l’identikit delineato dal quotidiano per presentare Fico al mondo.
Ma tra le attività da non lasciarsi scappare, il New York Times ricorda anche la riapertura a Rimini del cinema di Federico Fellini, il ‘Fulgor’, nel giorno del 98esimo compleanno del compianto regista, il 20 gennaio. Chiuso ormai da dieci anni, il Fulgor rinascerà con un progetto ideato dal tre volte premio Oscar per la scenografia Dante Ferretti, che si è occupato del restauro della sala principale, del foyer e dei decori del cinema felliniano, in una sorta di sala “romagnol-hollywodiana”, con velluti rossi, stucchi e arredi che riportano alle atmosfere degli anni Trenta.
La lista, redatta annualmente per ispirare i viaggiatori di tutto il mondo a scoprire località nuove e distanti, quest’anno presenta addirittura tre mete tutte italiane: la Basilicata, l’Emilia-Romagna, appunto, e il Sudtirol. Solo una, invece, la regione consigliata lo scorso anno: la Calabria, inserita al 37esimo posto.

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna ... -1.3656455

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 27/03/2018, 12:34 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Bologna, turismo in crescita, il centro preso d'assalto

Aumentano i visitatori e le vacanze si fanno più lunghe. Per Pasqua atteso il tutto esaurito di alberghi e ristoranti

Bologna, 27 marzo 2018 - Ottima per Pasqua, ancor meglio per Pasquetta. Bologna piace e di certo non solo ai bolognesi stando ai dati delle prenotazioni alberghiere che, in centro, viaggiano verso il tutto esaurito. E per i ritardatari rischia di essere una gara dura riuscire a trovare ancora un tavolo libero per il pranzo pasquale. L’incognita meteo, come ogni anno, sarà fondamentale per chi solo all’ultimo scioglierà la riserva su cosa fare a Pasqua, ma le offerte non mancano.

A partire dalle tante mostre che, lanciate ormai settimane fa e smaltite così le code dei primi giorni, possono essere un’ottima carta da giocare, in coppia o con amici. Oltre ai must in città, come la salita sulla torre degli Asinelli (ricordate di acquistare il biglietto online con l’orario), quest’anno Bologna può contare anche su Fico e sull’attrazione che il parco del gusto inizia a suscitare.

La domenica delle Palme ha già dato prova dei numeri attesi per questo fine settimana, con un centro preso d’assalto con la complicità dei T-days e del clima. Tantissimi i visitatori domenica, sebbene la maggior parte dei negozi fosse chiusa. E per il fine settimana pasquale è già arrivato l’appello dei sindacati a non lavorare, con sciopero domenica e astensione dal lavoro a Pasquetta.

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologn ... -1.3811210

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Turismo in città
MessaggioInviato: 03/01/2019, 11:04 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2007, 14:15
Messaggi: 13696
Località: Bologna
Crescono i turisti a Bologna, +7% di presenze

Gli arrivi a quota 1,5 milioni solo in città. Positivi i dati del Capodanno


BOLOGNA - Sulla scia dei dati regionali che puntano a 60 milioni di presenze turistiche in Regione nel 2018 (i dati fino a tutto ottobre parlano infatti di 56 milioni), e che vedono un incremento nelle città d'arte (+14% rispetto al 2017), anche i dati sul turismo a Bologna sono positivi e incoraggianti. In città si ipotizzano per tutto il 2018 1,5 milioni di arrivi (+7,8%), e 3,2 milioni di pernottamenti (+7,1%), con una permanenza media di 2,1 notti. Nel territorio nel suo complesso, provincia compresa, gli arrivi superano i 3,3 milioni con 4,8 milioni di pernottamenti: anche in questo caso l'incremento sullo stesso periodo del 2017 è di circa il 7%.

Fra i visitatori stranieri, i primi in classifica arrivano dal Regno Unito; seguono gli Stati Uniti (+16,2%), la Germania (+4,4%), la Spagna (+5%), la Francia (+3%). Crescita notevole anche dei turisti australiani (+28%), giapponesi (+10%), russi (+6,4%).

Da una prima indagine sul periodo natalizio (effettuata su un campione di strutture alberghiere di capoluogo e hinterland) risulta una discreta occupazione, intorno al 50%, per il periodo 25-26 dicembre, mentre paiono molto buoni i numeri che riguardano il Capodanno, con strutture al completo o quasi. "Bologna ha esaurito i propri posti letto grazie all’arrivo di molte persone attirate dalla bellezza della città", commenta Matteo Lepore, assessore al Turismo del Comune. "Anche il 2019 si preannuncia un anno di crescita. In particolare sarà l’anno della cultura e dello sport per il numero di eventi che la città ospiterà come il Giro d’Italia, gli Europei di calcio Under 21 e le mostre che saranno proposte. Ma la chiave rimane sempre una sola: Bologna piace perché è bella ed autentica".

_________________
ImmagineImmagine


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2 3 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net